UN VIAGGIO VIRTUALE: “NOCE360”

Il Comitato di gestione della Rete di riserva Alto Noce, ha promosso nei giorni scorsi, con interesse mostrato sia dagli operatori turistici sia dalla popolazione in generale, Noce360, un progetto davvero innovativo elaborato dal Parco Fluviale dell’Alto Noce, ente gestore delle aree protette attorno all’omonimo fiume, in Val di Sole. ll fiume è senz’altro tra i più interessanti percorsi canoistici d’Italia, per le difficoltà, per la lunghezza del tratto navigabile e per l’amenità dei paesaggi che lo circondano. Molti sono i centri che forniscono tutte le attrezzature tecniche necessarie: kayak, gommoni, hydrospeed, abbigliamenti tecnici fluviali, pulmini e carrelli porta imbarcazioni, mountain bike, imbrachi roccia, mute, caschetti. Il National Geographic cita il Fiume Noce tra i 10 fiumi migliori al mondo per la pratica del rafting. Questo progetto, si rivolge, sia ai numerosi turisti sia agli abitanti locali, e si dà come obiettivo, il racconto degli aspetti culturali del popolare corso d’acqua, e  della Riserva 2000, con la sua realtà storica, e con il fascino naturalistico, che il fiume offre alla Val di Sole. Utilizzando metodologie e tecnologie avveniristiche e multimediali si offrono contenuti a 360 sul corso d’acqua più importante della Valle.  A illustrare il progetto, è stato il presidente della Rete Alessandro Fantelli, coadiuvato dalla coordinatrice della Rete Laura Marinelli. Di seguito è intervenuto, Sandro de Manincor, in rappresentanza della agenzia “Nitida Immagine“, di Cles, l’azienda che ha realizzato il portale Noce360. avvalendosi anche della collaborazione di Wrapping Reality; de Manicor  ha illustrato le caratteristiche tecniche del portale accessibile sia da pc che da smartphone. Il tutto, avrà nell’uso di speciali visori e cardboard, il massimo della sua espressività per rendere il viaggio virtuale, emozionante ed empatizzante. In questo modo la realtà virtuale permette di vivere esperienze uniche, osservando il paesaggio a 360°. Sono state emozioni forti, per tutti coloro che hanno avuto la possibilità di sperimentare il viaggio virtuale sul Fiume Noce, e soprattutto la scoperta dei ricchi contenuti del portale, hanno avuto un impatto positivo sui partecipanti. Un mezzo innovativo e interessante soprattutto per le nuove generazioni, per valorizzare il territorio, il Fiume Noce e le aree protette di notevole valore naturalistico, ambientale e culturale.