VIABILITA’

rosa_dei_venti_copiaLa viabilità principale della Val di Sole è costituita dalla strada statale 42 del TONALE E MENDOLA che attraversa tutta la valle. L’ingresso più agevole è quello che parte dalla Rocchetta verso Cles ( dal casello autostradale della A 22 del Brennero uscita S. Michele all’Adige) o dalla Valcamonica (per Edolo e Ponte di Legno). Altri due ingressi facili sono dalla Val Rendena ( Madonna di Campiglio per la strada statale n° 239 fino a Dimaro) e da Bolzano (per passo Mendola strade statali n° 42, 43d, e 43). Riguardo le valli laterali della Val di Sole, cioè Val di Rabbi, la val Meledrio, la Val di Pejo e la Val Vermiglio, che si innestano alla valle principale dai due versanti orografici del Noce. Si tratta di strade molto scorrevoli e ricche di suggestivi paesaggi. La strada provinciale n°86 di Rabbi (circa 13 km) ha un percorso breve ma unico nella sua bellezza. Parte dalla statale 42 fra Terzolas e Malè,  sulla destra e superando un dislivello di 700 mt. porta fino ai bagni di Rabbi e Piazzola dopo aver toccato Pracorno e S. Bernardo. Dopo l’ultimo insediamento si può proseguire, nel Parco Nazionale dello Stelvio, in una festa di acque correnti, di laghetti e di cime innevate. La strada statale n°239 da Dimaro a Campo Carlo Magno ( circa 16 km) congiunge la Val di Sole con Tione e le Giudicarie, attraverso Madonna di Campiglio. E’ una diramazione di notevole interesse, data la presenza di concentrazione turistica di Folgarida, Marilleva e Madonna di Campiglio. La strada si tiene sulla sinistra del fiume Meledrio e percorre la selva nella profonda incisione che separa le montagne dolomitiche ( Gruppo di Brenta) dagli scisti cristallini ( Gruppo della Presanella). Dalla via partono frequenti strade forestali dirette alle malghe. La strada provinciale n°87 di Pejo (circa 12 km) è di grande importanza paesaggistica. Lungo la strada si trovano i bivi per Cellentino, Comasine e Celledizzo, attraversa Cogolo; da questa località una strada piuttosto agevole porta alla val de la Mare, punto di partenza di escursioni verso laghi e ghiacciai. La provinciale risale in direzione della valle del Monte, attraversando Pejo Terme, con un complesso di alberghi soryi intorno all’antica fonte e alle Terme. Da qui parte la telecabina che porta al Tarlenta fino a quota 3000 mt. Dopo Pejo Terme è possibile salire al bacino idroelettrico del Pian Palù, al centro di maestose vette; oppure, sempre sulla strada provinciale, raggiungere Peio Paese a 1584 mt. di altitudine. L’ultimo tratto  della strada statale 42 lungo la val di Vermiglio,porta al Passo del Tonale. L’arteria segue per un tratto da vicino la Vermigliana, attraversa poi l’abitato di Vermiglio e, con una magnifica vista sulla parte nord della Presanella, raggiunge il collegamento tra Trentino e Lombardia, interessato da un gran movimento turistico. Dal Tonale capaci impianti portano al Passo Paradiso e alla conca della presèna con la possibilità di numerose escursioni nel cuore dell’Adamello Presanella. Dalla strada n°42 si distaccano sulla desta e sulla sinistra molte diramazioni, che uniscono al fondovalle i nuclei abitati dei versanti; si tratta di strade ben percorribili anche d’inverno con panorami suggestivi.