STOMATICA

download (5)Liquore a gradazione intermedia (32% vol.) che viene ottenuto per infusione di erbe medicinali in elevata percentuale.

METODICHE DI LAVORAZIONE E CONSERVAZIONE

Per la realizzazione del liquore “Stomatica Foletto” le erbe che lo compongono, tutte erbe officinali, (Genziana, Genzianella, Alchemilla, Rabarbaro e Arancio amaro, le principali), dopo essere state accuratamente selezionate, vengono miscelate ed opportunamente sminuzzate per aumentare al massimo la superficie di contatto erbe-soluzione idroalcolica. Vengono quindi effettuate estrazioni con miscele da percolazione acqua-alcol in concentrazioni decrescenti per estrarre dalle droghe vegetali prima i componenti maggiormente solubili in alcool, poi quelli in acqua. Ogni periodo di infusione, che dura approssimativamente 20 giorni, è seguito dalla separazione delle droghe dall’estratto ottenuto e , quindi, si può procedere alla torchiatura. Gli estratti ottenuti nei vari passaggi sono miscelati assieme e viene loro aggiunto sciroppo semplice (miscela di acqua e zucchero). Il liquido così ottenuto viene lasciato invecchiare per almeno 5-6 mesi per consentire la sedimentazione dei tannini e, prima dell’imbottigliamento, il liquore, viene infine filtrato mediante filtro-pressa a setti sterilizzanti. Per preservare al massimo la qualità del prodotto il liquore “Stomatica Foletto” è  commercializzato in vetro scuro, richiamando anche nella forma del flacone la similitudine del prodotto medicinale alle sue origini.

Materiali ed attrezzature utilizzati per la preparazione ed il condizionamento:
Tradizionalmente tutta la lavorazione veniva effettuata utilizzando presse a mano tipo torchio, filtri e percolatori a caduta, botti in legno, e damigiane in vetro. Ora questi materiali, per esigenze soprattutto igieniche, sono stati sostituiti da materiali inox, che, sono anche oggi comunque limitate a serbatoi, agitatori ed un torchio tradizionale.

CURIOSITA’

Negli anni 1895-1898 un farmacista della Valle di Ledro ha fondato, a fianco dell’attività di farmacia, un laboratorio farmaceutico, nel quale è stata inventata, nel 1905–1906 la “Tintura Stomatica Foletto”. Essa fu registrata come medicinale ad attività eupeptica, digestiva e lassativa, prima in Austria, successivamente, finito il dominio austriaco sulla Valle di Ledro, in Italia. Rimasta specialità medicinale fino al 1990, le è stato in seguito modificato il nome in “Stomatica Foletto” e cambiata la sua denominazione da specialità medicinale a “liquore”, in quanto il piccolo laboratorio non poteva essere più utilizzato per la produzione di medicinali. La sua formula, a tutt’oggi, è rimasta identica a quella di allora. La sua distribuzione, proprio per le sue antiche caratteristiche, è comunque riservata alle farmacie. Il laboratorio, pur essendo rimasto ubicato sempre nel medesimo luogo, è stato, anche recentemente, rinnovato. È però visibile presso l’azienda un piccolo museo della attrezzatura usata nei primi anni del secolo 900. Buona parte infatti dell’attrezzatura presente nel museo è stata anche utilizzata per la preparazione degli estratti da erbe: percolatori in rame, torchio in legno, filtri.