PATTINAGGIO SUL GHIACCIO

download (26)Trovare l’equilibrio, ballare, cadere, rialzarsi, volare sul filo del ghiaccio: questo è pattinare! Emozionarsi e divertirsi, stare in compagnia, sfidare gli amici, mettere alla prova se stessi.  il pattinaggio su ghiaccio viene praticato per piacere personale e per sport. Per questi scopi è praticato, oltre che sulle superfici naturalmente ghiacciate, sul ghiaccio di strutture appositamente costruite. Tali strutture, solitamente dette palazzetti del ghiaccio, sono chiuse e il ghiaccio è prodotto e mantenuto attraverso sistemi di refrigerazione. Hanno quindi il vantaggio di poter essere realizzate in qualunque parte del mondo. Alcuni sport relativi al pattinaggio sul ghiaccio sono sport olimpici. Si ritiene che il pattinaggio su ghiaccio abbia avuto origine attorno al 3000 A.C. nei paesi scandinavi e nell’estremo nord-est europeo con pattini e lame di osso di bue o di una particolare razza di cavalli. I pattini erano un mezzo di trasporto efficace sulle superfici ghiacciate di laghi e fiumi, ma paragonati con gli attrezzi odierni non erano molto efficienti tant’è che il pattinatore si aiutava con un bastone per darsi la spinta e mantenere l’equilibrio. Pattinare sui canali ghiacciati con pattini di legno si diffuse particolarmente nei Paesi Bassi sin dalla fine del 1300. Lo testimonia l’opera “Vita alme virginis Lijdwine” di Johannem Brugman, che narra la vita di santa Liduina di Schiedam paralizzata a causa di una caduta sui pattini e per questo eletta a patrona dei pattinatori. Attorno al 1585, durante l’esilio in Olanda del re inglese Carlo II, suo figlio James duca di Monmouth si impratichisce di pattinaggio e al suo rientro in patria diffonde il nuovo sport presso l’aristocrazia ingleseIl pattinaggio su ghiaccio raggiungerà diffusione internazionale nel corso del XVIII secolo. Il pattinaggio sul ghiaccio è reso possibile dal ridottissimo attrito tra la superficie del ghiaccio e la lama metallica del pattino. Il pattinatore tuttavia può controllare il proprio movimento attraverso minime inclinazioni della lama durante il moto.

Indossa abiti adatti. Quando pattini dovresti sempre indossare abiti comodi con i quali muoverti senza problemi e che non si appesantiscano una volta umidi. Devi poterti sentire libero e non troppo coperto. Ricorda, il pattinaggio è esercizio, perciò il tuo corpo si riscalderà mentre ti muovi. Non indossare i jeans. Sono solitamente rigidi e legano i movimenti. Se cadi, si inumidiranno rendendo la pattinata più difficoltosa. Prova invece dei leggings o dei fuseaux pesanti e caldi, una t-shirt, una giacca, dei guanti e un berretto. 

Procurati dei buoni pattini. I pattini dovrebbero essere comodi e si trovano in quasi tutte le misure. Ci sono molte buone marche che puoi acquistare, ma per i primi tentativi andranno benissimo i pattini in affitto. È buona norma provarli entrambi, poiché uno può essere più grande dell’altro. Inoltre, tieni presente anche la larghezza del piede mentre sei seduto. Avrai sempre la sensazione che siano stretti. Per questa ragione avere il parere di una persona esperta ti aiuterà a determinare se la misura è corretta.

Prova a camminare. La maggior parte delle piste di pattinaggio ha passatoie di gomma sulle quali è possibile camminare. Esercitati per imparare a mantenere dritto il baricentro, ma ricorda di non togliere il proteggi lame. In questo caso, il trucco è di sentirsi a proprio agio sui pattini. Più indosserai i pattini e meglio il tuo corpo troverà l’equilibrio. Questo è un passaggio che va imparato per gradi, quindi non aspettarti un risultato immediato.  Se ti senti malfermo mentre cammini sui pattini, concentrati su un punto con lo sguardo e lascia che il tuo corpo trovi il giusto equilibrio. Vai sul ghiaccio. Calma e tecnica sono il segreto per riuscire a pattinare, perciò rilassati e cerca di mantenere le gambe il più ferme possibile. Imparare a camminare rinforzerà le caviglie e ti aiuterà ad abituarti alla frizione del ghiaccio. Fai il giro della pista tenendoti al bordo. Questo ti aiuterà a familiarizzare con il ghiaccio. Parti lentamente. All’inizio non ti sembrerà naturale, ma fai movimenti lenti e fluidi, evitando quelli scomposti. Può aiutarti immaginare di essere un uccello che si libra leggiadro.

Impara a mantenere l’equilibrio. Mentre ti eserciti, ricorda di muoverti lentamente. Alla fine, più veloce andrai e più semplice sarà restare in equilibrio perciò, se riesci a non avere problemi muovendoti piano, aumentare la velocità sarà un gioco da ragazzi. Parti con le braccia in fuori appena sotto al livello delle spalle. Sforzati di non irrigidire il corpo. Pattinare diventerebbe più difficile. Mantenendo il corpo rilassato, scivolare sul ghiaccio sarà più semplice. Piega leggermente le ginocchia e inclinati in avanti, non all’indietro. Le ginocchia dovrebbero essere piegate quel tanto da impedirti di vedere i piedi, mentre le spalle dovrebbero essere proiettate in avanti, al di sopra delle ginocchia. Cerca di non mantenerti al bordo della pista, ma ricorda che è sempre lì per fungere da sostegno. Cadrai un paio di volte. Rialzati, non farci caso e vai avanti. Roma non è stata costruita in un giorno. 

Una volta che avrai un buon equilibrio, cerca di pattinare un po’ più velocemente. Se senti di cadere, piega le ginocchia e apri le braccia verso l’esterno, come se fossero ali. Se inciampi mentre pattini probabilmente stai sfruttando troppo la punta della lama (toe-pick). Assicurati che la lama poggi per tutta la lunghezza sul ghiaccio e che la punta non tocchi per prima. Fai degli squat. Gli squat ti aiuteranno a rinforzare le cosce migliorando il tuo equilibrio. Parti da una posizione eretta con i piedi alla distanza dei fianchi e le braccia in avanti. Piegati abbastanza da trovare il tuo baricentro e ripeti un paio di volte, finché non ti senti stabile. Quando sei pronto, cerca di fare uno squat più profondo piegando ulteriormente le ginocchia. Guarda sempre in avanti. Esercitati a cadere. Le cadute fanno parte degli sport perciò è naturale che capitino. Farlo con la giusta tecnica ti eviterà infortuni, permettendoti di rimanere in piedi sul ghiaccio più a lungo. Se senti che stai per cadere, piega le ginocchia in uno squat profondo. Porta le mani in avanti formando un pugno per evitare che un altro pattinatore ti passi sulle dita. Apri le braccia per attutire il contatto del corpo con il ghiaccio. In questo modo la caduta sarà meno dannosa. Esercitati a rialzarti. Mettiti carponi con un piede fra le mani. Ripeti con l’altro piede e sollevati fino a portarti in posizione eretta. Muoviti in avanti.Poggiati sul piede più debole, poi su quello più forte, dandoti la spinta con movimenti diagonali. Fai finta di voler allontanare della neve all’indietro e alla tua destra. Questo movimento ti spingerà in avanti. Riporta il piede destro in linea con il sinistro e ripeti con l’altro. 

Fai movimenti più profondi e cerca di pattinare scivolando. Piega le ginocchia adattando il corpo ad ogni spinta. Per riuscire a scivolare in avanti, assicurati che entrambi i pattini siano paralleli l’uno all’altro. Se formano lo stesso angolo andrai più veloce. Può aiutarti immaginare di stare su uno scooter sul ghiaccio. Dando un colpetto della punta/caviglia dopo ogni movimento avrai più forza e migliorerai la tua tecnica più velocemente. 

Impara a fermarti. Per fermarti, piega le ginocchia lievemente verso l’interno spingendo successivamente all’esterno con uno o entrambi i piedi. L’ideale sarebbe esercitare un po’ di pressione sul ghiaccio così che il piede non ti scivoli via. Una volta fermo, dovresti aver grattato via un po’ di “neve” dalla superficie del ghiaccio. 

Esercitati tanto. Più pratica farai e meglio sarà. Non aspettarti di essere perfetto la prima volta che metti piede sulla pista. Prendi delle lezioni di gruppo o individuali se puoi permettertele. Un istruttore personale potrà seguirti dandoti dei consigli mirati. Quando non puoi pattinare sul ghiaccio, prova i rollerblade. La tecnica è simile e ricorderà ai tuoi muscoli i movimenti imparati.

Consigli

Non farti scoraggiare o preoccupare dalle cadute. Tutti intorno a te sono caduti e cadranno ancora: è parte integrante del processo di apprendimento, preoccupartene non farà che ostacolare i tuoi progressi. Fidati del ghiaccio. Può suonare stupido ma devi ripeterti Ho fiducia nel ghiaccio! Solo così ti sentirai più a tuo agio sulla pista. Divertiti! Non c’è niente di meglio che scivolare sul ghiaccio sentendoti sicuro di te. E così presto riuscirai a pattinare molto presto! Trovati un osservatore. Può essere d’aiuto le prime volte. Se cadrai, avrai qualcuno che ti darà una mano a rialzarti! Una volta che avrai acquisito sicurezza, l’osservatore potrà allontanarsi. Accertati però che sia già un bravo pattinatore! Il giusto abbigliamento e i pattini ben affilati sono molto importanti. Gli alluci dovrebbero appena sfiorare la punta dello scarponcino e il pattino dovrebbe essere stretto abbastanza da impedire al tallone di sollevarsi dal fondo. Pattinare in libertà chiacchierando con un amico è un buon modo per placare le proprie ansie e farti acquistare fiducia. Le prime volte, tieniti stretto al bordo della pista e lasciati scivolare. Scambiare due parole con un amico ti aiuterà a non preoccuparti di cadere. Divertiti! Asciuga le lame con un panno dopo aver pattinato e togli i proteggi lama per dare aria ed evitare la ruggine. Non dimenticare di rilassarti! In caso contrario cadrai di continuo. Per iniziare potresti usare un girello! Ti sarà utile per capire come pattinare, imparare a conoscere il ghiaccio e il tuo equilibrio. Abbi fiducia nei tuoi pattini. Cerca di sentire le lame. Nei pattini a noleggio le lame sono molto smussate, starci sopra non sarà facilissimo. Sui tuoi pattini però sarà molto più semplice. Per i principianti sono più stabili le lame lunghe. I pattini nordici, gli stivaletti rigidi con risvolto alto e il ghiaccio naturale sono la miglior combinazione le prime volte. Cerca di iniziare con pattini da figura invece di quelli da hockey. La differenza sta tutta nel puntale (toe-pick)che i pattini da figura hanno sulla lama. Rende più semplice spostarsi sul ghiaccio, mentre quelli da hockey hanno la lama arrotondata sia sul davanti che sulla parte posteriore: sarà più probabile cadere e non avrai un buon equilibrio. Indossa calze o calzamaglie da pattinaggio. I calzini di tessuto pesante rendono il pattino stretto creando vesciche. Esercitarsi con i rollerblade ti avvantaggerà per quanto concerne il baricentro. I pattini in linea sono utili anche per l’equilibrio. Anche avere un amico che ti guarda incoraggiandoti ti può stimolare a fare sempre meglio. Utilizza protezioni standard per pattini in linea per le ginocchia, i gomiti e i polsi. Se hai una certa età e sei preoccupato per le anche e l’osso sacro, prendi in considerazione l’idea di indossare un paio di pantaloni imbottiti come quelli da motocross, snowboard o skateboard. Segui il bordo per un po’. Quando inizi a pattinare non sarai subito un campione. Appena avrai trovato il giusto equilibrio spostati verso il centro della pista. E appena migliorerai, inizia a fare qualche figura. Parti tenendoti stretto poi gradualmente lasciati andare. Trova qualcuno che ti sostenga fino a che non riuscirai a rimanere in equilibrio da solo.