Siamo degli egocentrici narcisisti capaci solo di guardare il proprio inutile ombelico.

Come dichiarò una consigliera PD (c’è il video on line..) :”non possiamo pretendere che un africano sappia, che in Italia non si può violentare sulla spiaggia!”. E che cazzo aggiungo io, su dai!! Poi ci si stupisce, se dopo queste “provocazioni” (insieme a tante altre) dei sinistri, la gente incominci a maturare un lieve astio? Le cose sono due, o sono irrimediabilmente cerebro lesi e masochisti o questa è una strategia di depistaggio. Si provoca, con queste affermazioni è con gestioni insostenibili del fenomeno immigrazione, così da suscitare una reazione, anche scomposta, anzi meglio se scomposta. La seconda fase è la strumentalizzazione della reazione; così il problema non sono le masse di disperati (non certo i più poveri in Africa, dei quali ci sbattiamo altamente i coglioni) buttati in mezzo alla strada senza un futuro, in una società I cui disvalori consumistici (avere per essere) frustreranno soprattutto loro. Noooo, il problema è che siamo razzisti! Ovvio, quando vuoi nascondere le cause, i responsabili e le vere motivazioni che determinano questa tragedia, depisti su falsi problemi e accusi la vittima come se fosse il carnefice, innescando una lotta dal basso per distrarre dai veri nemici. Vi assicuro, che per chi conosce un po’ la storia e qualche testo di sociologia, non v’è nulla di nuovo o di non già visto….
Siamo buonisti al limite della ragione qui, poi se muoiono cento volte di più, da un’altra parte, c’è ne fottiamo altamente.. È semplice da capire, siamo una massa di miserabili ipocriti che hanno bisogno di costruirsi un illusorio ritratto immaginario dove poter recitare la parte degli eroi; quando in realtà non siamo in grado di pagare nulla per essere qualcosa di reale. Siamo degli egocentrici narcisisti capaci solo di guardare il proprio inutile ombelico..

Giuseppe De Pasquale.