SEDANO

download (20)Descrizione: È una pianta biennale, erbacea, che cresce spesso spontanea in Italia. Ne vengono coltivate con ciclo annuale due varietà: il sedano da coste o da foglie (“Apium graveolens” varietà “dulce”), che si consuma crudo o cotto, e il sedano rapa (“Apium graveolens” varietà “rapaceum”), più tardivo, di cui si mangia la radice tuberosa ingrossata, generalmente cruda, ma in minestre. Esistono numerose varietà di sedano in commercio. I tipi da foglie, usati per minestre, sono facili da coltivare perché rustici e frugali, mentre per ottenere coste bianche e lunghe, oppure sedani da radici, occorrono maggiori cure colturali.

Tipi di terreno: Il terreno non deve avere particolari caratteristiche, a parte essere fresco, permeabile e non troppo compatto. Preferibilmente si scelgono terreni di medio impasto, ricchi di sostanza organica. La radice del sedano rapa ha difficoltà ad ingrossarsi nei terreni sassosi. Il clima più adatto è quello temperato senza gelate invernali e senza eccessiva aridità estiva.

Semina: Il sedano da coste viene seminato spesso a fine inverno in semenzaio, ma si può benissimo seminare in piena terra aspettando la primavera (semine troppo precoci provocano fioriture anticipate). La temperatura ottimale per la germinazione e lo sviluppo è di 20°C circa, e seminando a spaglio a 0,5-1 cm di profondità le prime piantine saranno visibili dopo circa 15 giorni. La semina va preferibilmente effettuata con luna crescente.

Concimazione: L’uso di letame o compost organico in quantità discreta è utile per questa coltura, a patto che venga interrato in anticipo e ben incorporato al terreno. Gli eventuali concimi chimici non vanno interrati troppo presto, ma usati in quantità ridotte e assicurando sufficiente disponibilità di acqua.

Trapianto: Il trapianto avviene in genere da aprile a giugno, con piantine alte circa 15 cm, e dotate di almeno 5 foglie, disposte a file distanti 30-40 cm, lasciando 20-25 cm tra una pianta e l’altra. Il sedano rapa va trapiantato senza interrare il colletto delle piantine.

Raccolta: Si raccoglie l’intera pianta quando ha raggiunto sufficienti dimensioni, ma in alcune varietà si possono raccogliere scalarmente alcune foglie, tagliandole o staccandole dalla base. Il sedano rapa si estrae dal terreno in autunno-inverno, quando le foglie sono ingiallite e la radice è sufficientemente ingrossata e non troppo fibrosa, di solito prima che il terreno geli. La raccolta va preferibilmente effettuata con luna crescente.