RAPA

imagesDescrizione: È una pianta biennale di origine europea e asiatica. Se ne coltivano come annuali a ciclo breve due sottospecie da orto, una per la produzione di germogli e foglie, i cosiddetti “broccoletti” o “cime di rapa” (“Brassica rapa” sottospecie “silvestris”), e una per le radici (“Brassica rapa” sottospecie “rapa”). Le diverse varietà sono disponibili per quasi tutto l’anno, come “rape estive” seminate da aprile ai primi di luglio, e “rape invernali” seminate alla fine dell’estate. Gli ortaggi conosciuti come “rape rosse” sono invece delle varietà di bietole da radice, che appartengono a un’altra famiglia botanica, quella delle “Chenopodiacee”, anche se vengono coltivate anch’esse come ortaggi primaverili-estivi a semina diretta.

Tipi di terreno: Le rape preferiscono i terreni di medio impasto, ricchi di humus, fertili e freschi, tendenzialmente calcarei. Sono resistenti al freddo e vengono coltivate anche nel Nord Europa. Nel nostro paese crescono meglio nelle zone a clima mite e temperato-umido, perché temono la siccità e le temperature troppo alte. Le cime di rapa precoci si coltivano tipicamente nelle regioni del Sud.

Semina: La semina si può fare anche scalarmente, da aprile fino a settembre, direttamente in piena terra, a spaglio o a file, senza interrare troppo profondamente il seme (1-2 cm). Un successivo diradamento lascerà una distanza di 8-10 cm tra le piante per le rape da radice, e uno spazio di circa 35-40 cm per le rape da broccoletti o da cime. Queste ultime si possono anche seminare in agosto in solchi distanti circa 25 cm, senza diradamento, per poi raccogliere le foglie nella primavera successiva a più riprese. La semina va preferibilmente effettuata con luna crescente.

Concimazione: Si concima il terreno possibilmente durante la stagione autunnale precedente la semina, con letame o compost organico. Un’ulteriore concimazione, di tipo chimico, si può effettuare con nitrato di calcio al momento della sarchiatura.

Trapianto: Le rape da broccoletti possono venire trapiantate occasionalmente, in genere alla fine dell’estate, mentre non si trapiantano le rape da radici. Il trapianto va preferibilmente effettuato con luna crescente.

Raccolta: Le rape estive da radici sono più gradevoli se consumate prima che raggiungano le dimensioni di una palla da tennis. In terreni fertili e umidi, possono essere pronte da estirpare anche in meno di 2 mesi. Quelle raccolte dopo i primi freddi invernali hanno un sapore migliore e sono le più ricercate. Le cime vanno raccolte staccando le infiorescenze e le foglie insieme allo stelo centrale ingrossato prima che i fiori gialli comincino ad aprirsi. In genere le piante sono in grado di rigermogliare, anche più di una volta. La raccolta va preferibilmente effettuata con luna crescente.