Chiusi 5 sentieri Cai causa frane

Dopo il maltempo abbattutosi sulla Val di Sole lo scorso ottobre, il Cai-Sat ha richiesto al sindaco di Ossana Luciano Dell’Eva una mappatura della sentieristica locale per garantirne la sicurezza. Il sindaco ha quindi ordinato la chiusura dei sentieri che hanno subito danni da frane e che presentano presenza di ghiaccio particolarmente insidioso. Le frane presenti sui percorsi, sono imponenti e necessitano di manutenzione copiosa e quindi sono di difficile messa in sicurezza nell’immediato, inoltre il percorso risulta impraticabile e la segnaletica illeggibile. L’acqua in abbondanza, nelle zone totalmente o quasi esposte all’ombra, ha formato grosse quantità di ghiaccio, rendendo molto pericoloso il terreno. Per salvaguardare l’incolumità delle persone e mezzi, per tutto il periodo invernale o fino alla sistemazione della sentieristica con la rimozione del materiale di riporto, i sentieri rimarranno chiusi. I sentieri di montagna Cai interessati sono: n. 152 da Cusiano a Malga Campo di Celentino, n. 204 da Sant’Antonio Valpiana al Lago di Barco, n. 216 da Valpiana al Passo di Scarpacò, n. 216A da lago Venezia al Bivacco Jack Canali e n. 216B dal Baito di Bon a Caldura. A primavera, con l’arrivo del bel tempo, il Corpo Forestale, farà i sopralluoghi per verificare i danni effettivi e programmare gli interventi di bonifica.